intorno al teatro Augusteo

augusteo e dintorni

TEATRO AUGUSTEO

Territorio

Il Teatro Augusteo prende posto nell’omonima Piazza  che accoglie la Funicolare Centrale  e che si apre sulla lunga Via Toledo, la strada più famosa di Napoli che custodisce grandi ricchezze dal punto di vista architettonico e culturale. Qualche metro più avanti, ad esempio, troviamo la monumentale Galleria Umberto I, archetipo di centro commerciale costruito intorno al 1890 ed ispirata alla Galleria Vittorio Emanuele II di Milano. Ancora qualche metro più in là incontriamo la famosissima Piazza Del Plebiscito ed il Palazzo Reale. Degno di nota tutto il percorso di Via Toledo che si snoda verso il Museo Nazionale passando per Piazza della Carità da cui si accede alla  Pignasecca  (la pittoresca area mercatale che si estende fino a Montesanto) , Piazza Dante e i suoi caratteristici vicoli che fanno da ingresso al centro storico con i suoi decumani e la spettacolare Spaccanapoli che, come suggerisce il nome, taglia in due Via Toledo e l’intera città di Napoli. Inolte, proprio alle spalle del teatro Augusteo, si intreccia la fitta rete dei folkloristici vicoli dei Quartieri Spagnoli.

Cibo

La zona offre tantissime alternative sia per lo slow food che per il cibo più frugale, menzionarle tutte è davvero impresa impossibile. Numerose infatti sono le pizzetterie, friggitorie, pasticcerie, gelaterie e bar che affollano letteralmente Via Toledo.  Ma degni di nota, se non altro per una questione di anzianità e fama, sono la Gastronomia L.U.I.S.E., proprio di fianco al Teatro Augusteo,  il Bar/Gastronomia Augustus, la  Pasticcerie Pintauro e le sue storiche sfogliatelle; in Piazza Trieste e Trento il Caffè Gambrinus , Rosati e Caffè del Professore. Lunghissimo anche l’elenco delle tipicissime trattorie dei quartieri spagnoli, come Hosteria Toledo, Locanda ‘Ntretella,  Il Gobbetto, la folkloristica Nennella,  Prigiobbo , Al 22, Antica Capri e 7 Soldi, da Peppino, Mimì, Spuzzule’ e Locanda dei Borboni. Ma anche ‘A Pignata ed il poco distante Ciro a Santa Brigida. Su Via Toledo spiccano invece le pizzerie/friggitorie da asporto La Passione di Sofi’ e Gennaro Salvo Pizza a portafoglio e in Piazza Trieste e Trento Antica Pizza Fritta Da Zia Esterina Sorbillo. Pochissimi invece i ristoranti etnici tra cui sicuramente si distingue Kukai Nibu, tra i primissimi ristoranti giapponesi di Napoli e il Taj Mahal ristorante indiano. Tra le gelaterie principali menzioniamo Officina Gelati, Mennella e Casa Infante.

Curiosità

  • Il teatro Augusteo edificato verso la fine degli anni ’20, sostituì un teatro preesistente realizzato da Luigi Vanvitelli nel 1772 in quello che una volta era il palazzo Berio. Questo teatro, che poteva ospitare fino a 1600 spettatori, si trovava all’interno del palazzo nobiliare (la cui facciata fu realizzata proprio dal grande architetto), che venne poi in parte demolito per lasciar posto alla nuova piazza.
  • Il Palazzo Berio, l’edificio che accoglie in seno il Teatro Augusteo, era rinomato per la sua biblioteca, fra le più importanti di Napolie le numerose opere d’arte contenute  fra le quali il gruppo di Canova Amore e Psiche.
  • Il teatro gode di una una struttura circolare di ben 30 metri ed è tra i pochissimi esempi di Teatri con il soffitto apribile.

 

 

ROBERTA SERRANO

novembre 19th, 2016 by Vittorio De Vito_inplatea